La Milano Food Week e le mie serate Honest tasting!

mercoledì 29 maggio 2013 14 commenti


Eccomi qua, anche se in lieve ritardo, a raccontarvi le mie impressioni sull'appena passata Milano Food Week, che mi ha vista diventare frequentatrice quasi assidua delle serate Honest Tasting… ma, d’altronde, da brava amante della cucina quale sono io come potevo non parteciparvi?

A fare da cornice a questi splendidi party la nostra accativante Milano, dove partendo dal Num Semm Chi, brasserie romana che si affaccia sul Naviglio Grande scelto per festeggiare il 1° compleanno di Honest Cooking (cui auguro di poterne festeggiare moltissimi altri ancora), ci siamo poi spostati nel cuore di Brera in una location d’eccezione, l’Appartamento Lago, in cui si sono alternati ai fornelli due grandi chef, Gualtiero Villa e Stefania Corrado (multitasking chef), deliziando il palato di tutti noi presenti con i loro capolavori culinari.

HONEST TASTING: IL CAFFE' NEL PIATTO
"menù a cura dello chef Stefania Corrado"
Fusilli di Gragnano con cipolla di Tropea grigliata e crema di Parmigiano al caffè, guarnito con crunch di riso al lampone

Riso e caffè a tutto tondo: riso Carnaroli con mantecatura al caffè estratto dalla Moka, pasta di salame, caprino e un crunch di riso al cardamomo

Panna cotta al caffè con crumble alle mandorle e cioccolato, accompagnato da Sevendrops (liquore al caffè)

HONEST TASTING: IL FRANCIACORTA A REGIME BIODINAMICO
"menù a cura dello chef Gualtiero Villa"
Crostino di tartara di salmone di sedano, servito con Brut Cuveè 60 Naturale Mill. 2007

Carbonara affumicata di seppie, servito con Brut Rosè’ Classic Mill. 2004

Fagotto di maialino e crema leggera di caprino, servito con Brut Rosè Antique Mill. 2002

Casera di Valtellina con carpaccio di patate e costine verdi, servito con L’Estro 2006 VDT B.CO

Come potete vedere, i protagonisti delle mie serate degustative sono stati:
-  gli eccellenti vini di Casa Caterina (il Franciacorta a regime biodinamico) e Feudi di San   Marzano;
- le pregiate miscele di caffè 7gr;
- il gustosissimo riso crunchy pralinato e quello inconfondibile con la gemma de GliAironi;
che ci hanno accompagnati in un viaggio sensoriale fatto di una "cucina consapevole", votata alla qualità e all’innovazione, ma senza mai scordarsi delle tradizioni. Perché per fare un buon prodotto di alta qualità ci vuole amore, dedizione, rispetto per la natura, per le materie prime e per noi stessi. E queste aziende lo sanno bene, perché sono very, very Honest!



Non si è trattato, quindi, solo di semplici “showcooking”, ma bensì di serate soavemente incantate, dove solo la percezione del particolare diventa chiave del gusto.
Dove riscoprire il piacere di abbandonarsi alle emozioni… diventandone quasi schiavi.
Dove è inevitabile lasciarsi sedurre dai sapori per poi, in un attimo, essere travolti dalla più bella delle atmosfere conviviali e amichevoli che si può creare intorno a un tavolo… o meglio, intorno a un’open kitchen.


Non vi lascio il reportage delle singole serate cui ho preso parte, ma il racconto di un' indimenticabile esperienza che mi ha fatto incontrare delle persone stupende!
Per i più curiosi, se volete... potete leggete qua i reportage dei singoli eventi raccontati dai ragazzi di Honest Cooking, ai quali rivolgo un enorme grazie per queste allegre e divertenti serate, nonchè i miei complimenti per la superba organizzazione!


A presto!
Jo

P.S. Per la serata Honest tasting: il caffè nel piatto, vi consiglio di leggere il poetico articolo scritto dalla magnifica Erika Fabiano. Chiudete gli occhi, fate un profondo respiro e preparatevi ad immergervi nel sapore più puro e nelle emozioni più profonde di questa serata!

14 commenti:

 
©Copyright 2012 Creazioni... Fusion or Confusion? by Jo & Francine - Powered by Blogger

©Copyright 2011 Template Clean by TNB